Google Pixel 4 XL: comprereste un telefonino Google? Ecco la mega-recensione

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Ecco i nuovi Google Pixel 4 e 4 XL. Smartphone dall’Intelligenza “sofisticata” che Big G come ogni anno ha presentato e che sono pronti a gareggiare con i più grandi. Abbiamo provato la versione XL e vi diciamo come se la cava nella nostra recensione.

Come ogni anno ad ottobre arriva Google a portare sul mercato i suoi nuovi smartphone. Parliamo chiaramente dei Pixel che in questo 2019 vedono la denominazione di Pixel 4 e 4XL differenziandosi tra di loro solo per dimensione del corpo, del display e della capacità della batteria. Il resto sono due device identici che vedono dalla loro un aspetto in pieno stile “Google” con anche una colorazione appariscente arancione unica nel suo genere. Altre particolarità sono le finiture del vetro e dell’alluminio che lo costituiscono ben diversi da tutti i device finora presenti sul mercato e capaci sicuramente di distinguersi sotto questo punto di vista. 

I dettagli dei due smartphone

I nuovi Pixel 4 e 4 XL innanzitutto non posseggono il notch che aveva caratterizzato la linea della scorsa generazione. La lunetta dimensionalmente importante presente sul Pixel 3XL è solo un ricordo e i nuovi smartphone di Google che vedono ora la presenza all’anteriore di una fascia importantenella parte alta del display.

I nuovi Pixel 4 XL di Google

Questa fascia si riduce notevolmente sia sui lati lunghi dello smartphone che sul lato inferiore. Il motivo è presto detto visto che proprio in quella fascia superiore, Google, decide di porre un sistema innovativo di fotocamere e sensori capace di rendere attivo lo sblocco del device con riconoscimento 3D, un po’ come avviene con l’iPhone ed il suo Face ID. Niente più sensore delle impronte biometriche: un segnale questo di Google che potrebbe segnare un cambiamento anche per gli altri brand Android i quali non tutti hanno adottato questo tipo di approccio tra sblocchi con riconoscimento da parte della fotocamera o con sensori posti al di sotto del display. 

Google vuole innovare con questo nuovo Google Pixel 4 XL e lo fa introducendo tante novità capaci rendere lo smartphone sempre più ambizioso nel mondo del mobile. Tre sono le principali innovazioni che l’azienda di Mountain View porta sul Pixel di ultima generazione: lo sblocco facciale con riconoscimento 3D, un display con una refresh rate a 90 Hz, un nuovo Assistente Google più veloce ma anche con una maggiore consapevolezza del linguaggio. Accanto a tutto questo, Google Pixel 4 XL, rimane al passo soprattutto con Apple iPhone 11 Pro nel comparto fotografico con un doppio sensore capace di appagare la vista in ogni situazione di scatto.

Ecco le specifiche tecniche

Ecco che la presenza dello Snapdragon 855 di Qualcomm è la conferma di puntare in alto. Al processore vengono affiancati 6GB di RAM che ottimizzati al massimo a livello software con il nuovo Android 10 permetteranno all’utente di non avere alcun tipo di lag, ritardo o prestazione sottotono. Il display è una delle novità che Google decide di implementare in questo Pixel 4 XL. Siamo in presenza di un pannello da 6.3 pollici di tipo AMOLED denominato “Smooth” per la sua principale caratteristica: un refresh rate a 90Hz capace di rendere leggibile anche durante lo scorrimento veloce qualsiasi tipo di contenuto. Un plus non indifferente per chi è vero “nerd” e vuole il massimo dal proprio smartphone. 

Il resto vede la concentrazione totale sulla fotocamera posteriore che per la prima volta diviene a doppio sensore. Le specifiche parlano di un principale obiettivo da 12.2 MP con apertura importante da f/1.6 e soprattutto stabilizzazione ottica ed elettronica. A questo viene affiancato un sensore secondario da 16MP di tipo teleobiettivo con apertura f/2.4 anche questo con OIS e EIS ma soprattutto capace di raggiungere lunghezze focali tra le più popolari ossia 35 mm, 50 mm, 85 mm e il leggendario 24-70 mm. Anteriormente presente una fotocamera classica fotocamera da 8MP con apertura focale da f/2.0 ma caratterizzata da un’ampia presa fino a 90 gradi della scena. 

Chiude la dotazione una batteria da 3.700 mAh capace di supportare la ricarica veloce fino a 18W grazie all’adattatore presente in confezione e alla presenza chiaramente della USB-Type C 3.1 di prima generazione. 

Design “pulito” e senza fronzoli in vero stile Google

Cosa cambia rispetto alla precedente generazione?

Praticamente tutto visto 🙂 che il nuovo smartphone “made by Google” possiede un’ergonomia perfetta per qualsiasi grandezza della mano. Le dimensioni di 75,1 x 160,4 x 8,2 millimetri potrebbero trarre in inganno eppure il Pixel 4 XL riesce sempre e comunque a stare bene in mano con un perfetto equilibrio di utilizzo anche con una sola mano. 

Il Pixel 4 XL si distingue però dall’iPhone per una predisposizione maggiore ai colori contrastanti. Arancione in edizione limitata e Bianco non fanno che esaltare il design dello smartphone che mantiene per entrambi una cornice nera ben distinguibile proprio come il pulsante di accensione e spegnimento posto sul lato destro, colorato. Quest’ultimo ben riconoscibile e soprattutto lungo per una maggiore comodità di utilizzo. Al di sotto del pulsante On/Off come al solito viene posizionato l’unico pulsante per il bilanciere del volume mentre nella parte sinistra dello smartphone non presente alcun pulsante. Il resto vede una cornice molto minimale e pulita con una doppia feritoia nella parte inferiore ai lati della porta USB-Type C. 

Le novità del Pixel 4XL

Google Pixel 4 XL viene venduto ad un prezzo di 899€ nella versione da 64GB e di 999€ in quella da 128GB. Siamo in linea con altri contendenti e come gli altri la qualità è davvero elevata con uno smartphone simpatico da vedere, bello da toccare e soprattutto efficiente da utilizzare. Cosa potrebbe catturare l’attenzione del pubblico? Sicuramente l’Intelligenza Artificiale creata da Google che in questo caso è senza dubbio un plus non indifferente.  Ma la domanda finale che richiama il titolo di questo articolo è: Voi lo comprereste ad un prezzo così ? Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti ?

Se vuoi delle informazioni aggiuntive in merito a questo articolo Clicca qui!

Systemtec

Systemtec

Un partner affidabile per il tuo business

Lascia un commento

systemtec?

Un partner affidabile con tempi di intervento rapidi e sicuri per il ripristino on site della tua infrastruttura informatica, ma anche un consulente IT che conosce realmente “cosa fai” e ti propone sempre prodotti giusti “per farlo bene”.

Ultimi post

Seguici

video del mese

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato su tutti i  nostri nuovi articoli.   

Torna su