Coronavirus, come disinfettare lo smartphone: le regole degli esperti

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
L'azienda americana della mela, con i suoi iPhone, traccia delle linee guida per l'ingenizzazione dei propri cellulari in un momento particolare come questo di pandemia da Coronavirus, ma le regole valgono per tutti gli smartphone, leggi l'articolo.

I produttori di smartphone hanno aggiornato le linee guida sulla pulizia dei propri device, ammettendo per la prima volta l’uso di salviettine disinfettanti. Quindi su come disinfettare lo smartphone è possibile utilizzare salviettine imbevute di alcol isopropilico al 70% o salviette disinfettanti allo scopo di ripulire i dispositivi dai germi. Prima d’ora le linee guida su come disinfettare lo smartphone(soprattutto Apple) avevano raccomandato di non usare eventuali detergenti. Avevano messo in guarda gli utenti che le sostanze chimiche avrebbero potuto danneggiare il rivestimento oleorepellente sui display di iPhone e smartphone in generale.

come disinfettare lo smartphone
E’ importante igienizzare il proprio mezzo di comunicazione che abbiamo sempre a portata di mano

Ecco cosa non usare

Apple e molti altri produttori continuano a mettere in guardia contro alcuni tipi di sostanze da non usare per disinfettare lo smartphone. L’elenco è lungo e citiamo spray di ogni tipo, solventi, sostanze abrasive, detergenti per vetri, acqua ossigenata, candeggina e aria compressa. Tutti i produttori hanno anche precisato che sarebbe meglio evitare di spruzzare detergenti direttamente sui dispositivi ed è da evitare in ogni modo che l’umidità penetri nelle aperture.

Le nuove linee guida sulla pulizia dei prodotti arrivano nel momento in cui varie nazioni si preparano ad affrontare l’apice della pandemia in corso di coronavirus (Covid-19). Smartphone, computer e tablet sono utilizzati ormai quasi H24 dagli utenti e possono essere un mezzo di diffusione del virus. Per questo diventa importante non solo pulirli, ma anche disinfettarli.

Anche piccole azioni come queste possono contribuire a ridurre la capacità di contagio del nuovo Covid-19. In base alle informazioni che abbiamo a disposizione oggi non è del tutto chiaro il tempo in cui il virus può resistere sulle superfici degli oggetti. Alcuni studi hanno scoperto che Covid-19 può sopravvivere su vetro e plastica da un minimo di 2 ore fino a un massimo di nove giorni.

iPhone della Apple come disinfettare
gli iPhone di casa Apple

I consigli per una corretta igiene, le 5 regole

Innanzitutto, ovviamente, spegnete il cellulare e se possibile staccate la batteria. Quindi procuratevi un panno di microfibra (tipo quelli per pulire le lenti degli occhiali) e inumiditelo leggermente con dell’acqua calda, aggiungendovi un po’ di sapone. Nei casi più ‘gravi’ un disinfettante. Per chi vuole fare le cose più ‘professionalmente’ si può anche acquistare un kit apposito tra i tanti in commercio, con panno e gel pulente.

Gli esperti non concordano sul fatto che il Coronavirus possa trasmettersi tramite lo smartphone. L’unica certezza è che l’igiene personale aiuta a ridurre il rischio di contagio. Questo è tra l’altro fermamente confermano dall’Oms, dal governo e anche da tutti i medici che si occupano del virus cinese. Rimangono quindi validi i 5 consigli per una corretta igiene personale. 1) Lavarsi spesso le mani almeno per 15 secondi 2) Tossire o starnutire nella piega del gomito 3) Mantenere la distanza di almeno 1 metro dall’interlocutore 4) Evitare di toccarsi naso, occhi e bocca con le mani 5) In caso di febbre, tosse e difficoltà respiratoria consultare subito il proprio medico.

Nel caso non siate a corto di disinfettanti, l’Oms ha condiviso alcuni consigli su come realizzare prodotti per l’igiene contro il Coronavirus fatti in casa.

Se vuoi delle informazioni aggiuntive in merito a questo articolo oppure sapere qual’è la nostra proposta Clicca qui!

Systemtec

Systemtec

Un partner affidabile per il tuo business

Lascia un commento

systemtec?

Un partner affidabile con tempi di intervento rapidi e sicuri per il ripristino on site della tua infrastruttura informatica, ma anche un consulente IT che conosce realmente “cosa fai” e ti propone sempre prodotti giusti “per farlo bene”.

Ultimi post

Seguici

video del mese

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato su tutti i  nostri nuovi articoli.   

Torna su