Conservazione Digitale: Quali sono i termini stabiliti dalla legge?

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Per le aziende e professionisti che fanno coincidere l’anno fiscale con l’anno solare, I termini sono di 11 mesi dalla chiusura dell’anno fiscale per l’invio della dichiarazione dei redditi e di 3 mesi dall’invio della dichiarazione dei redditi per completare la conservazione dei documenti.

Quali sono i termini stabiliti per una corretta conservazione a norma di legge?

Per quanto riguarda le aziende e professionisti che fanno coincidere l’anno fiscale con l’anno solare, I termini sono di 11 mesi dalla chiusura dell’anno fiscale per l’invio della dichiarazione dei redditi e di 3 mesi dall’invio della dichiarazione dei redditi per completare la conservazione dei documenti.

Quindi, per quanto riguarda la corretta conservazione a norma di legge dei documenti relativi all’anno 2018 per i soggetti che fanno coincidere l’anno fiscale con l’anno solare:

La dichiarazione dei redditi del 2018: 30 novembre 2019 (2 dicembre essendo sabato la scadenza)
Chiusura conservazione dei documenti 2018: 28 febbraio 2020

Se anno fiscale e anno solare non dovessero coincidere?

Come indicato dalla Risoluzione 46/E del 10 aprile 2017: “In caso di periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare, i documenti rilevanti ai fini IVA riferibili ad un anno solare andranno comunque conservati entro il terzo mese successivo al termine di presentazione della prima dichiarazione dei redditi utile.”

Conservazione Sostitutiva

Per quanto riguarda la corretta conservazione a norma di legge dei documenti per i soggetti che NON fanno coincidere l’anno fiscale con l’anno solare, per semplificare consideriamo chi usa il periodo fiscale che va dal 1° luglio al 30 giugno. In questo caso la prima dichiarazione dei redditi utile va effettuata entro il 31 maggio e il 31 agosto avremo la chiusura delle operazioni di conservazione.

La Risoluzione chiarisce che i documenti fiscalmente rilevanti devono essere conservati in modo omogeneo per anno solare, ma il termine di scadenza si calcola a partire dalla data della prima dichiarazione dei redditi “successiva” all’anno solare oggetto di conservazione. Ne consegue che i documenti del periodo 1 luglio – 31 dicembre dell’anno X (riferimento anno X) vanno conservati entro il 31 agosto dell’anno X+1, mentre i documenti del periodo 1 gennaio – 30 giugno (riferimento anno X+1) vanno conservati entro il 31 agosto dell’anno X+2.

Applicando i termini illustrati negli esempi precedenti all’anno fiscale 2019 (1 gennaio 2019 – 31 dicembre 2019 per l’anno fiscale solare e 1 luglio 2019 – 30 giugno 2020 per l’esempio di anno fiscale non coincidente con l’anno solare), salvo modifiche dei termini:

Se vuoi delle informazioni aggiuntive in merito a questo articolo Clicca qui!

Systemtec

Systemtec

Un partner affidabile per il tuo business

Lascia un commento

systemtec?

Un partner affidabile con tempi di intervento rapidi e sicuri per il ripristino on site della tua infrastruttura informatica, ma anche un consulente IT che conosce realmente “cosa fai” e ti propone sempre prodotti giusti “per farlo bene”.

Ultimi post

Seguici

video del mese

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato su tutti i  nostri nuovi articoli.   

Torna su